Pietro Grosso

Capitano di complemento
nato il 27 dicembre 1893 a Genova
caduto il 7 dicembre 1937 a Rob-Gheveà (A.O.I.)

GrossoDopo aver conseguito il diploma di ragioniere, fu ammesso alla Regia Scuola di Modena nel 1912 uscendone sottotenente nel maggio 1913. Assegnato al 93° Reggimento di Fanteria della Brigata Messina, prese parte con esso ai primi mesi della guerra. Promosso tenente nel’ottobre 1915, nel febbraio 1916 fu promosso capitano e contemporaneamente trasferito al Battaglione Ivrea del 4° Reggimento Alpini, assumendo il comando della 38a Compagnia. Il 21-22 agosto 1917 conseguì la medaglia di bronzo al valor militare guidando due reparti di arditi alla conquista di una difficile posizione in Val di Ledro. Congedatosi nel 1920, esercitò la libera professione in Genova. Nel 1936, in seguito a sue ripetute domande, fu richiamato in servizio e destinato al Regio Corpo della Truppe Coloniali in Eritrea quale 1° capitano. Assegnato al VI Battaglione arabo-somalo, assunse il comando della 1a Compagnia, partecipando alle grandi operazioni di polizia coloniale nell’Etiopia appena conquistata.

In sanguinoso combattimento contro forze ribelli soverchianti, rovesciato dall’infrenabile orda nemica, cadeva dopo aver eroicamente combattuto e fatto scudo del suo petto al proprio comandante di battaglione, opponendo alla cieca e crudele irruenza avversaria, la calma del suo coraggio e la nobiltà del più generoso sacrificio.
Rob – Gheveà, 7 dicembre 1937

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close