Carlo Gavoglio

Sottotenente di complemento nel Batt.ne Cividale dell’8° Regg.Alpini
nato il 15 agosto 1916 a Genova
caduto a Quota “Cividale”

GavoglioDiplomato in ragioneria fu ammesso nel 1938 alla Scuola Allievi Ufficiali Alpini di Bassano del Grappa e nel 1939 fu nominato sottotenente. Assegnato al 3° Reggimento Alpini prese parte nel giugno 1940 alle operazioni di guerra svoltesi alla frontiera alpina occidentale. Congedato, venne richiamato nell’aprile 1941 e assegnato al Battaglione Cividale allora dislocato in Grecia. Rimpatriato dopo un anno, nell’agosto 1942 partì per la Russia quale comandante di plotone della 76a Compagnia del Battaglione Cividale.

Comandante di plotone fucilieri da lui forgiato al suo ardimento ed alla sua fede, incaricato di una audace e rischiosa azione notturna, benché scoperto e sottoposto ad un infernale fuoco di mortai e mitragliatrici nemiche, scattava, con estrema decisione, alla testa dei suoi uomini galvanizzati dall’eroico esempio, all’assalto di munita posizione. Ferito una prima volta, proseguiva impavido nella sua travolgente azione, colpito una seconda volta sdegnava ogni soccorso continuando a trascinare i suoi uomini fino a pochi passi dalle mitragliatrici nemiche. Una raffica in pieno petto frenava l’eroico slancio mentre stava balzando nella posizione avversaria, ma non smorzava l’ultimo incitamento alla lotta che riusciva a lanciare nell’estremo anelito di vita. Mirabile esempio di elevate virtù militari e di indomito valore.”
Quota 176,4 sud di Nowo Kalita’a (Fronte russo), 30 dicembre 1942.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close