Comunicazione del presidente sezionale agli Alpini

Cari Alpini,

il simbolo di questo lungo e tragico periodo che stiamo vivendo resteranno i camion militari a Bergamo: una fila interminabile nella notte, cassoni carichi di morti che venivano portati lontano, senza i parenti senza una preghiera. E gli Alpini, anche questa volta erano lì, in prima fila, giorno e notte. Il nostro ospedale da campo allestito in pochi giorni, dimostrando ancora una volta la nostra efficienza ed efficacia.

Ma voglio raccontarvi un po di noi e di quello che abbiamo fatto, tutti insieme. Innanzi tutto i nostri volontari di protezione civile: da due mesi un lavoro senza respiro. Siamo a quasi 5000 ore di lavoro effettuato: consegna spesa, ritiro e consegna materiali, attività di informazione e controllo e tanto altro ancora. Ultimamente anche l’intervento di quattro nostri volontari PC a Bergamo in una settimana di supporto logistico all’ospedale ANA nei locali della Sezione. Si sono comportati benissimo e abbiamo ricevuto i complimenti per loro. Non era facile partire. La zona è ancora a rischio. Ma hanno anteposto il loro spirito alpino di aiuto, superando la paura e allontanandosi dalle famiglie. Ora ci saranno altri turni e ne partiranno altri. A loro un grazie particolare per quanto fanno e per tenere alto il nome della nostra Sezione.

Abbiamo raccolto tra i gruppi circa 40000 euro. E’ stato un grande risultato: grazie a tutti. Ormai siamo alle ultime consegne e quando potremo finalmente fare l’assemblea vi darò il dettaglio degli acquisti e delle consegne effettuate, che comunque verrà pubblicato su Genova Alpina e sul nostro sito.

La ricerca e l’acquisto del materiale sanitario sono stati difficili e spossanti. Il mercato ora è una giungla, e gli ordini effettuati sono spesso annullati poche ore prima della consegna. Ma ce l’abbiamo fatta. Un grazie particolare al nostro tesoriere Parodi che mi ha affiancato quotidianamente in questa battaglia. Dicevo che è stata dura, ma vi garantisco che quando poi si andava a consegnare, il sorriso di gratitudine sulle facce stanche delle infermiere e degli operatori sanitari in prima linea ci ripagava subito di tutto.

E’ questo sorriso che ora vi voglio girare, perchè tutti voi lo avete creato e meritato, e sono sicuro che vi darà soddisfazione e gioia per la raccolta ottenuta e il lavoro svolto.

Ancora non so quando potremo fare l’assemblea. I raduni di raggruppamento sono stati tutti annullati e spostati all’anno prossimo. Tutte le manifestazioni intersezionali e Nazionali sono annullate fino a fine luglio. Per l’Adunata Nazionale a ottobre per ora non ci sono novità. Per il nostro centenario a Chiavari noi ci speriamo (è a fine novembre), vedremo.

Un caro saluto a tutti e Viva gli Alpini, ora più che mai!

Il vostro Presidente

I commenti all'articolo sono i benvenuti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close